Quando Chicco si spoglia sorride sempre / Gilberto Severini
pp. 140 • isbn: 9788899452308

Disponibile

13,00 12,35

Spedizione gratuita con corriere sul territorio Nazionale

Quando Chicco si spoglia sorride sempre

Gilberto Severini

«Cosa mi ricordava Congedo ordinario quando l’ho scoperto?
Niente di già letto. Una voce nuova. Poi ci ripensai un po’.
E mi dissi: non c’è schermo tra l’autore e il libro,
tra i fatti che racconta e me. È una voce spoglia di artifizi,
una voce pura che ci parla di cose essenziali. Allora ho fatto
il nome di Sandro Penna e quello di Umberto Saba. Questo tipo di voce.
Una voce rara e familiare che commuove subito, perché parla
di gente semplice desiderosa d’incontri, incapace di viverli.
Ecco i suoi racconti adesso. E la famiglia letteraria viene confermata.
Quella dell’emozione diretta, quella dei drammi privati che rispecchiano
la durezza della storia. Ma la storia è, diciamo così, fuori campo.
Gilberto Severini non è uno che ci dica ‘Sono moderno’. Non ha bisogno
di dirlo per esserlo. I suoi personaggi sono al limite della coscienza.
Ragazzi che non vogliono sapere quello che cercano ma che
lo cercano lo stesso. Zitelle che pagano per sognare,
pronte a comprarsi ‒ accidenti! ‒ un ragazzo virtuale. Giovanotti tormentati
dal senso di colpa ma inevitabilmente innocenti. Severini ci scrive
una storia del sesso e del desiderio sognante tra le nuvole del cuore
immaturo attraverso i suoi racconti sconvolgenti di solitudine e di poesia.
Con due padrini maestosi e clandestini: il Saba di Ernesto e il Bioy Casares
dell’Invenzione di Morel.»
René de Ceccatty