Nella foresta / Jean Hegland
pp. 312 • isbn: 9788899452254

Disponibile

18,00 17,10

Spedizione gratuita con corriere sul territorio Nazionale

Nella foresta

Jean Hegland

Traduzione di Bernardo Anselmi

In prossimità dell’anno 2000, da un punto periferico del mondo
– un tratto della fitta foresta californiana del nord e la vicina
cittadina di Redwood – si assiste a una lenta ma drammatica apocalisse
del mondo civilizzato: un giorno dopo l’altro, una settimana dopo l’altra,
cominciano a mancare, senza ragioni plausibili, la corrente elettrica,
la linea telefonica, il carburante. Il progresso tecnologico si azzera,
le comunicazioni si interrompono, le comunità si separano e le notizie
dal mondo arrivano sempre più frammentarie e inverificabili. Affrontano
questi inspiegabili e drammatici fatti due giovanissime sorelle,
di sedici e diciassette anni. Nell ed Eva, questi sono i loro nomi,
che avevano sperimentato un’infanzia quasi idilliaca, nella casa
in prossimità della foresta con genitori anticonformisti che le avevano
sempre incoraggiate a seguire le proprie passioni. Ma nonostante il loro mondo
sia ormai sconvolto, con l’aggravante della morte precoce della madre,
le due sorelle e il padre sono determinati ad andare avanti in attesa
di un ritorno alla vita normale. Coltivano l’orto, riparano il sistema idrico,
recuperano materiali di scarto, si ingegnano per tentare di conservare
almeno una parvenza della loro esistenza precedente. Ma i pericoli,
le minacce, le calamità si susseguono, e Nell ed Eva comprendono di dover
trovare un modo nuovo, solo loro, di divenire adulte e di vivere in un ambiente
che non sarà più quello di un tempo. E che questo modo passa attraverso
un’alleanza difficile e complessa con la natura, che innanzitutto va conosciuta,
compresa e non violentata.

«Libro di culto.»
D La Repubblica delle donne

«Profetico ed ecologista.»
Vanity Fair