Warning: Declaration of ET_Theme_Builder_Woocommerce_Product_Variable_Placeholder::get_available_variations() should be compatible with WC_Product_Variable::get_available_variations($return = 'array') in /web/htdocs/www.playgroundeditore.it/home/wp-content/themes/Divi/includes/builder/frontend-builder/theme-builder/WoocommerceProductVariablePlaceholder.php on line 8
Crepate tutti! | Playgroundeditore
Crepate tutti / Nicolas Jones-Gorlin
pp. 160 • isbn: 9788889113417

Disponibile

12,35

Spedizione gratuita con corriere sul territorio Nazionale

Crepate tutti!

Nicolas Jones-Gorlin

Traduzione di Giacomo Bonetti

Jean è un giovane poliziotto di provincia, assegnato al commissariato
di uno dei comuni più difficili dell’hinterland parigino, Montvermeil.
Grandi casermoni fatiscenti, strade presidiate da spacciatori, ladri,
assassini. E qui che abitano soprattutto gli immigrati, abbandonati
a sé stessi e segregati in una terra di nessuno, dove ormai vige la legge
del più forte. Appena entrato in servizio, Jean ha il suo battesimo
di fuoco: mentre è di pattuglia, viene massacrato da un gruppetto
di adolescenti. Si ritrova così su un letto d’ospedale con fratture multiple
e la prospettiva di una lunga degenza. Spesso va a fargli visita
il collega più anziano, Raymond. Un uomo cordiale, dai modi
diretti e paterni. Jean ne diventa una sorta di figlio prediletto.
Poi, un giorno, lo stesso Raymond gli parla di un gruppo paramilitare
e clandestino di cui è capo, formato da poliziotti in servizio
che si fanno giustizia da sé, motivando le loro azioni con la debolezza
dello Stato e del sistema giudiziario. Un vero squadrone della morte,
che uccide spacciatori, ladri, animato dall’odio per gli immigrati
(“la spazzatura araba”), e dall’idea di un ritorno alla Francia
della dinastia dei merovingi, quando regnava l’ordine e l’onore.
Jean entra nel gruppo e comincia a partecipare alle spedizioni punitive
finché non incontra Rachid, un diciottenne, di origini algerine, fratello
di uno spacciatore. Ed è così che nella vita del giovane poliziotto di
provincia entrano la bellezza e l’ironia.