Caos / Edmund White
pp. 180 • isbn: 9788889113431

Disponibile

14,00 13,30

Spedizione gratuita con corriere sul territorio Nazionale

Caos

Edmund White

Traduzione di Giorgio Testa

In “Caos” Jack è un vecchio romanziere “fuori moda” e vive in una New York
piena di energia e disperazione, dove imperano le nuove droghe sintetiche,
l’ansia di prestazione, l’ossessione per la vita sociale.
Oltre a una realtà metropolitana disordinata e confusa, Jack deve fronteggiare
il caos della propria mente che cancella appuntamenti, ricordi, nomi e
che mette a repentaglio la sua attività di scrittore. Una debolezza
che ne rende la vecchiaia frenetica, tra ansie finanziarie
e un’incomprimibile vitalità erotica. E proprio in una di queste spasmodiche
ricerche di occasioni sessuali Jack incontra Seth, un ventottenne mormone,
con aspirazioni di attore e scrittore. Il loro rapporto assume subito contorni
nebulosi, che Jack cerca di decifrare, riflettendo sul proprio invecchiare,
sul desiderio e sul bisogno di essere amati. In “Un po’ di casino per Billy”
si racconta lo strano rapporto tra un professore universitario
e uno spogliarellista che si esibisce in un locale di Key West,
mentre in “Buon viso a cattivo gioco” assistiamo all’incontro
tra un americano maturo e il fascinoso e giovane Davud, in una
delle isole che fronteggiano Istambul. Con “L’epoca dei dischi”,
infine, Edmund White racconta con precisione struggente alcuni momenti
della sua infanzia, e in particolare la visione in un cinema parrocchiale
di una vecchia pellicola con Greta Garbo.